Scala delle difficoltà escursionistiche

Testo originale gentilmente offerto da Fabrizio Bellucci

Noi di Lifeintrek, utiliziamo per descrivere la difficoltà delle uscite proposte, la classificazione del sistema intenzionale e promosso dall’associazione delle Guide Alpine Italiane.

T = Turistico Escursioni T in calendario
Gli itirerati turistici T, si svolgono prevalentemente su comodi sentieri, mulattiere e faccili sentieri, i percorsi non presentano difficoltà di orientamento e sono ben segnati, i tempi di percorrenza sono in’oltre brevi. Sono escursioni che non richiedono una particolare preparazione, esperienza, o preparazione fisica, basta essere in buone condizioni fisiche. Il dislivello da coprire, è normalmente di di 500 metri al massimo, nolmalmente i tempi di ascensione, vengono coperti alla velocità di 200 – 250 metri di dislivello ora (dislivello positivo per ora).

E = Escursionistico Escursioni E in calendario
Gli itinerari Escursionistici E, si svolgono generalmente su sentieri ben segnati, ma richiedono maggior impegno fisico rispetto agli itinerari di livello T, possono richiedere anche buone capacità di orientamento. Essi si svolgono su sentieri, pascoli, ghiaioni e terreno di varia natura.
Potrebbe essere necessario passare brevi tratti di terreno innevato, che non richiede però attrezzatura particolare, e non particolarmente pericolosi in caso di scivolata. Si possono svolgere anche su tratti esposti, ma ben protetti tramite la presenza di parapetti, funi, catene, canaponi o pioli; non richiedono comunque l’uso di attrezzatura alpinistica.
In questi itinerari occorre avere un’equipaggiamento adeguato, allenamento ed una certa abitudine a camminare in montagna ed ovviamente una buona capacità ad orientarsi.
Si coprono normalmente dislivelli tra i 500 ed i 1000 metri, ad una velocità che varia da 300 ai 400 metri ora (dislivello positivo per ora).

EE = Escursionisti esperti Escursioni EE in calendario
Gli itinerari escursionistici EE, si svolgono su terreni non sempre segnalati o poco segnalati, richiedono una ottima capacità di movimento in montagna o in ambiente selvaggio, possono svolgersi su labili tracce, su pendio scosceso ed esposto senza protezioni, pendii ripidi e scoscesi, ghiaioni, tratti brevi di nevai attraversabili senza attrezzatura alpinistica.
Occorre avere un’ottimo senso dell’orientamento ed una buona attrezzatura escursionisatica, questi itinerari, vengono affrontati alla velocità che varia da 400 a 500 metri ora (dislivello positivo per ora).

EEA = Escursionisti essperti con attrezzatura alpinistica Escursioni EEA in calendario
Gli itinerari escursionistici EEA, si svolgono su itinerari dove è necessario l’utilizzo di attrezzatura adatta per la ferrata ( casco, kit da ferrata, imbracatura, dissipatore ecc… ), sono vere e proprie ferrate o sentieri attrezzati, che causa la loro esposizione necessitano obbligatoriamente un’attrezzatura da ferrata. Occorre avere una buona attitudine nell’affrontare itinerari alpinistici.

Classificazioni alpinistiche

Questi itinerari si svolgno prevalentemente fuori sentiero, causa la loro complessità, non sono da considerarsi escursionistici.

F = Facile
PD = Poco Difficile
AD = Abbastanza Difficile
D
= Difficile
TD
= Molto Difficile
ED
= Estremamente Difficile
EX
= Eccezionalmente Difficile

GDPR

  • Acconsenti ai cookie?

Acconsenti ai cookie?

Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Cliccando sul tasto, accetti la nostra cookie policy

×